GDR – PLAY BY FORUM

VTM ECHOES - [Myria...
 
Notifiche
Cancella tutti

VTM ECHOES - [Myriad] Interrogatorio col Vampiro

6 Post
2 Utenti
0 Likes
925 Visualizzazioni
murasaki
(@murasaki)
Post: 50
Trusted Member Admin
Topic starter
 
"Non va bene, non va bene, non va bene, cazzo, è da  rifare. Torna lì, ecco, così, stai dritto, che ora vengo verso di te, ti dico che la consegna deve essere entro domani, che i clienti mi assillano, poi tu risponderai! Tutto da rifare... NON COSÌ, NON È IL MOMENTO! Scusa, ora ho sbagliato io... vai, di la tua battuta. VOGLIO LA CONSEGNA OER DOMANI! Su che non ho tutto il giorno!"
 
"Il procedimento adottato per la cura del nostro prodotto ha bisogno di cura, precisione e minuziosa cautela per offrire le migliori prestazioni possibili"
 
"Ma io ho gente importante che aspetta il carico!"
 
"Il prodotto è garantito al 100%, è uno dei migliori raccolti di sempre, dopo il versamento della tassa di spedizione e la firma dei relativi documenti basta inviare il codice cliente e il carico arriva il prima possibile"
 
"Dimmi che arriverà domani."
 
"Signore, mi dispiace, ma per domani non è proprio poss-"
 
Uno sparo.
 
"STOP. Non va bene, pulite la scena e chiamate il prossimo candidato."
 
————————————————————————————————————
 
La stanza è un ufficio di modeste dimensioni, ospita due scrivanie, un armadio e quattro schedari, i muri sono bianchi, con qualche crepa e un paio di aloni, le scrivanie sono disordinate e sostengono dei pc molto vecchi, alla parete in fondo, tra due finestre, è appesa una divisa da poliziotto sotto una vecchia foto. Siete le uniche due persone nella stanza, è tarda sera.
 
"Ventitré persone hanno perso la vita prima che qualcuno capisse cosa cazzo stesse succedendo." il poliziotto sbatté sul tavolo i fascicoli delle deposizioni, era abbastanza esasperato da quanto fosse assurda la deposizione dell’uomo che aveva di fronte "Vediamo se ho capito bene: lei ha sentito ventitré spari, non ha visto i candidati uscire e ha pensato semplicemente di essere sul set di un film!? Tra l’altro si presenta qui con la carta d’identità di un morto e la faccia di uno che dovrebbe essere effettivamente morto anni fa" tra tutte le cose assurde che aveva sentito quella probabilmente rientrava nella top ten; il ragazzo davanti a lui poteva avere al massimo trent’anni, era tranquillo, seduto sulla sedia con nonchalance. Il poliziotto avrebbe preferito di gran lunga andarsene a casa, rimanere in centrale fino a tardi per quelle prese in giro lo mandava davvero in bestia, cominciava a pensare fosse un pessimo scherzo dei suoi colleghi.
"Va bene, ricominciavo da capo: mi dica veramente chi è e come si chiama o potrei arrestarla per resistenza a un pubblico ufficiale".
L’unico movimento percepibile nella stanza era un piccolo ventilatore scricchiolante sulla scrivania.

Stiamo perdendo tempo.

 
Pubblicato : 23/10/2019 7:09 pm
Myriad Bluff (luca)
(@luca)
Post: 12
Active Member
 

Myriad Bluff

 

I due si guardano intensamente negli occhi l’uno dell’altro, attimi di silenzio spezzano la discussione piu assurda che il poliziotto abbia mai sentito in tutta la sua carriera. Il ventilatore che cigola e taglia l’aria non faceva altro che aggravare la tensione di quello sguardo. “La Myriad corporation mira alla nutrizione e all’approvvigionamento di questo paese, le consegne vengono effettuate sempre di notte poiché la sicurezza del carico, la puntualità e la professionalità sono la punta di diamante della nostra azienda, siamo addestrati alle piu svariate situazioni che possono capitare.

Mi presento in realtà ora mi chiamo ELI maggior azionista della ANANAS. “

Estrae dalla tasca un biglietto da visita incastrandolo nella ballerina Hawaii liana che danza sulla scrivania.

“Importiamo i prodotti da paesi in cui la produzione è piu efficace. “

Con uno scatto, le braccia vanno verso l’alto per far uscire i polsi dalla camicia rossa abbottonata da due gemelli a forma di ananas, vengono accompagnati da un Rolex nel sinistro e un braccialetto a catena d’oro nel destro, appoggia i gomiti sulla scrivania, le mani si congiungono per sostenere il viso nascondendo la bocca.

“C’è una guerra che si svolge proprio sotto il vostro naso, la concorrenza è spietata in questo mercato e la perfezione del personale è il primo requisito che deve avere ogni dipendente della ANANAS.

Il tempo è denaro mio caro e lei ne ha poco, percio arriverò alle conclusioni in maniera schietta, non conosco quelle ventitré persone che venivano da altri paesi, ci ho parlato? Si. le conosco? No, hanno piu o meno tutti la stessa storia, hanno moglie e figli vengono qui per un provino in cerca di fortuna ma non conoscono la sceneggiatura, quindi come da copione vengono scartato e date loro nuove destinazioni in azienda, non so come o dove li abbiate trovati ma dovrò licenziare qualcuno”

Di nuovo silenzio.

 
Pubblicato : 24/10/2019 9:16 am
murasaki
(@murasaki)
Post: 50
Trusted Member Admin
Topic starter
 

Il poliziotto accese da fumare. 
"Mr Bluff odio doverlo dire ma lei è il più geniale figlio di puttana che abbia mai conosciuto. Io faccio indagni da 30 anni e ne ho viste di tutti i colori ma lei... mio caro aborto spontaneo venuto fuori da una relazione morbosa tra Elon Musk e Joker-dei-miei-coglioni... lei l batte tutti.

 

Quei cadaveri avevano evident segni di consunzione e dettagli da arma da fuoco che la balistica ha rivelato essere appartenenti a lei. Dico io: ALMENO CI PROVI a fare le cose per bene. Cazzo signor Myriad. 
Come le è saltato in mente di mettere dei bassorilievi a forma di ananas sulle pallottole?"

La sigaretta si bagnò con un po' di saliva sputata dal poliziotto, nella foga del discorso.

"Il giudica ha considerato la pallottola tropicale come una prova circostanziale...ma il buon dio mi fulmini se mi sbaglio. io so che lei ha ucciso quegli uomini e non ha nemmeno avuto la decenza di costruirsi un alibi o delle prove che la possano scagionare."

Il poliziotto si calmò un attimo.

"Ma supponendo per un solo fottuto istante che lei sia innocente... mi dica: perché mai su quelle pallottole c'era un ananas?" 

 

Stiamo perdendo tempo.

 
Pubblicato : 24/10/2019 10:44 pm
Myriad Bluff (luca)
(@luca)
Post: 12
Active Member
 

Myriad Bluff

Un suono nuovo si ode nella stanza come se prima non esistesse, un respiro profondo proviene da Myriad che assapora l’aria circostante densa di fumo.

Porta una mano sugli occhi come per stropicciarli

e con l’altra indica il biglietto da visita con scritto il nome ELI battendoci sopra il dito 3 volte, la ballerina comincia a oscillare.

“Smetta di fumare che altera i suoi organi interni, non sa che voglia mi fa venire, la vita mi ha fatto smettere in maniera un po brusca ma ancora oggi non per bisogno, per diletto la assaporo ancora. “

Il fumo aspirato, esce dalla bocca accompagnando le parole e si intravede un piccolo sorriso

“È ovvio agente Victor Cimber il bassorilievo serviva ad arrivare a te... bella la foto sopra al cappotto era afganistan 173esima fanteria se non ricordo male William Cimber al comando”

 
Pubblicato : 25/10/2019 10:47 am
murasaki
(@murasaki)
Post: 50
Trusted Member Admin
Topic starter
 

Il detective fece cadere lo sguardo per un attimo sulla ballerina. 
Poi tornò a guardarlo. 

"Per arrivare a me?" 
Infilò la mano nella giacca e tirò fuori la pistola pesante, poi il distintivo. Li poggiò entrambi sulla scrivania. 

"Eccomi qui allora, nudo e crudo." 
Sorrise. "Mi stai confessando quindi di aver usato quelle pallottole, uccidendo delle persone, per farmi venire qui?" 

Il sorriso divenne riso.
Scivolò con la schiena contro la sedia, i piedi si poggiarono incrociati sul tavolo. 
"No, no... non può essere. Tu sei completamente fuori di testa. Dimmi, moccioso, chi sta cercando di farti le scarpe? 
Un vecchio socio?"

Stiamo perdendo tempo.

 
Pubblicato : 28/10/2019 9:42 pm
Myriad Bluff (luca)
(@luca)
Post: 12
Active Member
 

Myriad Blaff

 

Sobbalzo un po in dietro allo sbattere la pistola sul tavolo certo che non sarebbe dovuta andare cosi, urtò la ballerina facendola coricare, le mani rapidamente ritratte e salde sui poggia braccio schiena dritta e faccia sconvolta

^ma che cazzo fa? Doveva guardare la foto! Non avra capito. Cosa facciamo adesso? La scena è compromessa! Non preoccuparti ho un idea! La rifacciamo!!!^

Si ricompose Myriad aggiusta un polsino, l’altro, la cravatta e si passa le mani nei capelli.

Prende il suo biglietto da visita, riponendolo velocemente nel taschino alza la ballerina ricollocandola nel posto di partenza, prima con una mano poi aiutandosi con l’altra.

“La Myriad corporation mira...”

Si ferma; nota il mozzicone di sigaretta nel posacenere.

Lo prende.

Lo mette in tasca.

“La Myriad corporation mira alla nutrizione e all’approvvigionamento di questo paese, le consegne vengono effettuate in afganistan 173esima fanteria se non ricordo male William Cimber al comando”

^ma no hai sbagliato idiota...da rifare, rimedia^

“odio doverlo dire ma lei è il più geniale figlio di puttana che abbia mai conosciuto.”

Stava succedendo, il cervello di Myriad lo stava ancora ingannando facendolo sviare x un attimo dal discorso che si era preparato.

Infilò la mano nella giacca e tirò fuori la  ricetrasmittente, poi il biglietto da visita . Li poggiò entrambi sulla scrivania. 

Scivolò con la schiena contro la sedia, i piedi si poggiarono incrociati sul tavolo. 

“È l’una di notte, l’ufficio è vuoto, non credi sia imprudente che i tuoi colleghi ti abbiano lasciato solo con mè? Presunto carnefice di ventitrè persone.”

[Demenza: al limitare del suo campo visivo vede alcuni dei ventitrè morti mentre vengono fucilati]

“ANANAS”

 
Pubblicato : 29/10/2019 1:06 am
Condividi: